RIACCENDI LA BELLEZZA
DI PELLE E CAPELLI

Macchie Rosse

Non è raro che sulla pelle del viso e del corpo compaiano macchie di colore rosso, che possono avere forme e dimensioni diverse e possono essere accompagnate o meno da prurito, bruciore, gonfiore, dolore, sensazione generale di fastidio o altri sintomi.

Queste lesioni della cute possono essere più o meno grandi – con un diametro variabile da pochi millimetri ad alcuni centimetri – e concentrarsi in una o più zone specifiche – come per esempio il volto, il collo, il tronco, la parte interna del gomito e del ginocchio, le mani e i piedi – oppure essere distribuite in modo più o meno uniforme su tutto il corpo. 

Anche la forma può variare: le macchie della pelle possono presentarsi come chiazze rosse circolari o di forma irregolare, e le lesioni possono essere piatte oppure in rilievo (vescicole, pustole o pomfi).

Quali sono le possibili cause e i sintomi collegati

La comparsa di macchie rosse sulla pelle non ha una causa specifica, ma può essere la manifestazione cutanea di un gran numero di condizioni, disturbi e malattie di tipo diverso, che non riguardano necessariamente la pelle, ma possono coinvolgere altri organi e sistemi dell’organismo.

Tra le condizioni e patologie più comuni che possono provocare la comparsa di macchie della pelle di colore rosso vi sono, per esempio:

  • l’acne
  • l’eritema
  • le dermatiti di vario tipo, tra le quali sono piuttosto comuni la dermatite atopica o eczema e la dermatite da contatto con sostanze irritanti o allergeni
  • l’orticaria
  • l’angioma
  • il caldo o il freddo eccessivi, le scottature dovute all’esposizione al sole, lo sfregamento delle zone sensibili
  • le malattie infettive come il morbillo, la varicella, la scarlattina, la rosolia, l’herpes
  • la rosacea
  • le petecchie
  • altre manifestazioni cutanee possono essere causate da agenti infettivi o infiammazione o deficit immunitari

Per una corretta diagnosi del disturbo che ha portato alla formazione di macchie sulla pelle è indispensabile fare riferimento al medico.

L’acne è un disturbo tipico dell’adolescenza, ma può comparire anche negli adulti. È dovuta a una produzione eccessiva di sebo, che si accumula nelle ghiandole sebacee e ostruisce i pori della cute, provocando un’infiammazione che si manifesta con arrossamento del viso e comparsa di brufoli e pustole.

L’eritema è caratterizzato da un arrossamento della pelle a chiazze, che può essere localizzato in una zona particolare o diffuso in più aree del corpo, ed è dovuto a un aumento dell’afflusso del sangue nei vasi sanguigni dell’epidermide, lo strato più superficiale della pelle. Questo spiega la sua principale caratteristica, cioè il fatto che, se si fa pressione con le dita sulla zona della cute irritata, le chiazze rosse scompaiono, per poi ricomparire quando la pressione cessa. Premendo con le dita, infatti, si interrompe la circolazione del sangue nella zona. Al rossore, di solito, si associa il prurito e, talvolta, la desquamazione della pelle.

Le possibili cause dell’irritazione cutanea da eritema sono numerose: le più comuni sono l’esposizione eccessiva al sole (si parla in questo caso di eritema solare), l’assunzione di alcuni farmaci (eritema da farmaci) o alimenti, il contatto con agenti fisici, chimici o infettivi, le allergie.

Si possono distinguere due tipologie di eritema: la forma attiva è caratterizzata da macchie di colore rosso vivo, dovute alla dilatazione dei vasi sanguigni arteriosi, associate a calore della pelle nella zona interessata; la forma passiva, invece, dipende dal rallentamento della circolazione sanguigna nelle vene, e si presenta con chiazze di colore rosso scuro tendente al bluastro e con un abbassamento della temperatura della pelle in quell’area.

Le dermatiti sono malattie della pelle prevalentemente di natura infiammatoria, non infettive, dovute a diverse cause. In generale, la dermatite si presenta con comparsa di macchie rosse sulla pelle, prurito e, in alcuni casi, vescicole, secchezza e desquamazione della cute. Le zone più colpite sono, in generale, il volto, il collo, le mani e i piedi.

Dermatite, però, è un termine generico, in quanto ne esistono numerose tipologie che possono avere caratteristiche differenti. Indichiamo brevemente le più comuni.

La dermatite atopica, indicata anche con il termine eczema, è una forma cronica (cioè che si mantiene nel tempo) e non contagiosa, caratterizzata da un’alternanza di momenti in cui le manifestazioni cutanee sono presenti e periodi in cui scompaiono. Anche se può comparire ovunque, le aree del corpo maggiormente interessate sono, di solito, il viso, il tronco e le gambe.

La dermatite da contatto, come suggerisce il nome, è provocata dal contatto con particolari sostanze e può essere irritativa o allergica. La forma irritativa può essere scatenata da una grande varietà di sostanze: detersivi, solventi, alcuni cosmetici o prodotti per l’igiene personale aggressivi, o anche determinati tessuti se contengono sostanze chimiche irritanti. Il contatto con queste sostanze provoca irritazione cutanea, ma non viene attivata alcuna reazione da parte del sistema immunitario. Questo avviene invece nella forma allergica, in cui la comparsa di macchie rosse è dovuta appunto a una reazione allergica, causata da una risposta anomala del sistema immunitario in seguito all’esposizione a specifici allergeni nelle persone già sensibilizzate.

Nella dermatite da contatto, la comparsa di macchie di colore rosso è accompagnata di solito da bruciore, prurito e vescicole.

I sintomi tipici della dermatite possono comparire anche improvvisamente, a seguito di una particolare condizione di affaticamento fisico, psicologico o emotivo: si parla allora di dermatite da stress.

L’orticaria è una manifestazione cutanea caratterizzata dalla comparsa di pomfi, cioè piccole escrescenze della pelle di colore rosso, accompagnata da prurito intenso. Può essere causata da allergie a farmaci (come gli antibiotici), alimenti (per esempio latte, uova, alcuni frutti), pollini e altri allergeni aerei, cosmetici e prodotti per l’igiene personale. La causa può anche essere non allergica, per esempio un’infezione dovuta a germi patogeni, esposizione al sole, una sudorazione eccessiva, sbalzi di temperatura e altri stimoli esterni.

Come individuare la causa

Come abbiamo visto, la comparsa di macchie di colore rosso sulla pelle può essere dovuta a moltissime cause di tipo diverso, che comprendono anche malattie che richiedono una terapia specifica.

Per questo motivo è importante rivolgersi a un dermatologo che, attraverso la visita, la raccolta di informazioni, l’analisi delle caratteristiche delle macchie e dei sintomi associati ed eventuali esami specifici (per esempio i test per le allergie o esami mirati per individuare patologie particolari), potrà fare una diagnosi corretta e quindi impostare una terapia adeguata, se necessaria.

In base alla diagnosi, poi, il medico specialista sarà in grado di dare i consigli giusti per prevenirne la ricomparsa, se possibile.

Come prevenire le macchie rosse sulla pelle

Non sempre è possibile prevenire la comparsa di rossore sulla pelle, in quanto la possibilità o meno di una prevenzione efficace dipende dalla causa scatenante.

Nel caso della dermatite da contatto, per esempio, la prevenzione consiste nell’evitare l’esposizione alle sostanze irritanti o agli agenti che provocano allergie.

L’esposizione al sole con le dovute precauzioni – evitare le ore centrali della giornata, proteggersi sempre con una crema solare adeguata al tipo di pelle – riduce il rischio di scottature e di eritema solare.

Per cercare di prevenire l’acne, poi, è utile mantenere la pelle pulita con detergenti specifici e non troppo aggressivi, consigliati dal dermatologo.

La maggior parte delle malattie infettive dei bambini che provocano lesioni cutanee può essere prevenuta attraverso la vaccinazione.

Per prevenire gli effetti negativi del calore sulla pelle, poi, è bene evitare di utilizzare acqua troppo calda per lavarsi.

Inoltre, un’adeguata alimentazione e una corretta idratazione aiutano a mantenere la pelle in salute, riducendo il rischio di secchezza della cute e di comparsa di lesioni. In caso di un apporto di nutrienti non sufficiente con la dieta o di un loro aumentato fabbisogno (per esempio in periodi di forte stress), integratori alimentari appositamente formulati, possono essere utili per la prevenzione di alcune alterazioni cutanee. 

Quali sono i rimedi più efficaci per le macchie rosse sulla pelle

I rimedi efficaci per eliminare le macchie della pelle dipendono dalla causa che le ha provocate.

Una volta individuata la causa, la cura della condizione, del disturbo o della malattia sottostante può consentire di eliminare anche il rossore della pelle. A volte, tuttavia, qualche traccia della lesione cutanea può rimanere anche dopo la guarigione.

La terapia, quindi, deve essere impostata dal dermatologo in base alla diagnosi, e potrà prevedere l’assunzione di farmaci da assumere per bocca o in creme da applicare nella zona interessata per alleviare i sintomi delle allergie.

Alcune macchie della pelle, possono essere rimossi invece con particolari tecniche chirurgiche.

In molti casi, poi, il rossore della cute è solo transitorio e si risolve da solo senza alcun intervento, ma il fastidio delle irritazioni può essere alleviato con l’utilizzo di creme e gel lenitivi e idratanti. Alcuni rimedi naturali e trattamenti dermocosmetici, da utilizzare su consiglio del medico, possono aiutare a evitare il peggioramento delle lesioni e facilitare la guarigione.