RIACCENDI LA BELLEZZA
DI PELLE E CAPELLI

Cheratina

La cheratina è una proteina che si trova nelle cellule epiteliali dell’epidermide (lo strato più superficiale della pelle), nelle unghie, nei peli e in particolare nei capelli, che ne contengono notevoli quantità (circa il 13% del totale). È la componente principale dello strato corneo, cioè lo strato esterno dell’epidermide.

Le cellule epiteliali rivestono interamente la superficie del corpo, contribuendo a proteggerlo dagli effetti potenzialmente nocivi degli agenti esterni, ma ricoprono anche gli organi “dall’interno”: la cheratina, quindi, si trova anche nelle cellule del rivestimento di organi, ghiandole e altre strutture dell’organismo. Una particolare cheratina, chiamata neurocheratina, è presente nel sistema nervoso centrale e periferico.

La cheratina non è presente solo nell’uomo, ma è ampiamente diffusa nel regno animale, come componente principale di varie strutture protettive e di rivestimento di molti animali, per esempio il pelo, le unghie, gli aculei, gli zoccoli, le corna, le penne, gli artigli e le scaglie dei pesci.

Che cos’è e a cosa serve

La cheratina – termine con il quale si indica in realtà la famiglia delle cheratine – è una proteina fibrosa, cioè costituita da lunghe catene di aminoacidi a forma di filamenti ripiegati a elica o foglietti. Le molecole di cheratina sono ricche di zolfo grazie alla forte presenza dell’aminoacido cisteina.

Le proteine fibrose – tra le quali rientrano anche il collagene e l’elastina – hanno una funzione di tipo strutturale, cioè contribuiscono a creare le strutture di sostegno e di protezione delle cellule dell’organismo.

La cheratina, nello specifico, ha la caratteristica di sopportare stimoli meccanici anche intensi; la sua funzione nella cute, nei capelli, nelle unghie e nei peli è quindi quella di aumentare la resistenza di queste parti del corpo. Per questo la cheratina è ampiamente impiegata nella cosmetica come componente di prodotti per il trattamento delle unghie fragili e, soprattutto, per migliorare la salute dei capelli.

Il collagene e l’elastina, invece, sono in grado di conferire e di mantenere l’elasticità di alcune strutture del corpo, come membrane, legamenti, tendini e vasi sanguigni.

Come è fatto il capello

I capelli sono costituiti principalmente da:

  • proteine, la più abbondante delle quali è proprio la cheratina
  • lipidi (cioè grassi)
  • acqua
  • sostanze minerali in piccole quantità (oligoelementi).

 

A dispetto del suo aspetto esteriore, la struttura del capello è piuttosto complessa e formata da diverse parti con caratteristiche differenti:

  • il bulbo
  • la radice
  • il fusto.

 

Bulbo e radice si trovano all’interno del cuoio capelluto, mentre il fusto è la parte che fuoriesce dall’epidermide. Il bulbo è la parte finale della radice e si trova in profondità nel follicolo pilifero; è ricco di vasi sanguigni e produce le cellule che formano il capello e che, crescendo, vengono spinte verso l’alto.

Nel cuoio capelluto, in corrispondenza del bulbo, si trovano anche le ghiandole sebacee che producono il sebo e lo immettono nel follicolo. Il sebo è una sostanza oleosa lubrificante che protegge il capello.

Chiamato anche stelo, il fusto è la parte “esterna” del capello ed è formato da tre strati. All’esterno si trova la cuticola, una membrana costituita da cellule piatte a forma di scaglie contenenti cheratina, disposte in strati sovrapposti come le tegole di un tetto.

La cuticola protegge gli strati più interni del capello dai danni e dagli attacchi degli agenti esterni chimici e fisici: quando è in salute, i capelli sono più forti e appaiono morbidi e lucenti. Il sebo, infatti, protegge il capello impedendo che le squame di cheratina si separino, lasciando “scoperti” gli strati più interni.

La corteccia è lo strato intermedio del fusto. È la zona che conferisce al capello le caratteristiche di elasticità e resistenza e contiene molecole di melanina, il pigmento che determina il colore dei capelli. La corteccia è lo strato più colpito dagli agenti chimici, per esempio le tinte aggressive, e quando la sua struttura è alterata i capelli sono sfibrati, deboli e appaiono spenti.

Il midollo, infine, è la parte più interna del capello: ha una composizione spugnosa e nell’uomo è poco abbondante.

La crescita dei capelli è un processo ciclico, che segue tre fasi:

  • crescita (anagen)
  • involuzione o rallentamento (catagen)
  • fase terminale (telogen), che si conclude con la morte del capello e la formazione di uno nuovo.

 

Il ciclo di vita del capello è influenzato da diversi fattori, come l’età, la secrezione di sebo e i livelli ormonali, e può essere alterato in particolari condizioni di salute, per esempio in presenza di malattie o di situazioni di stress, che possono causare una maggiore caduta dei capelli. 

Cheratina e capelli: i benefici

La funzione della cheratina, come detto, è protettiva per la cute, i capelli, i peli e le unghie. In particolare, una struttura integra e una quantità adeguata di cheratina sono indispensabili per mantenere la salute e la bellezza dei capelli.

La cheratina, infatti, garantisce ai capelli resistenza nei confronti degli agenti esterni chimici, fisici e ambientali.
Quando la struttura della cheratina nel fusto è intatta, la chioma mantiene la sua naturale lucentezza e morbidezza e i capelli sono forti.
Al contrario, capelli rovinati, capelli secchi, capelli sfibrati, deboli e opachi possono indicare una carenza di cheratina o un danno alla struttura cheratinica del fusto. Grazie a cambiamenti nello stile di vita, trattamenti cosmetici e integratori specifici è possibile però tornare ad avere capelli luminosi e in salute.

Una corretta alimentazione e un’attività fisica costante, per esempio, sono fondamentali per mantenere i giusti livelli di cheratina nell’organismo e favorire la salute dei capelli, mentre integratori alimentari specifici possono aiutare nel caso in cui la dieta non sia sufficiente ad apportare le corrette quantità di nutrienti.

Sono inoltre disponibili numerosi trattamenti cosmetici alla cheratina – sotto forma di oli, shampoo, balsami, maschere, schiume o creme – da applicare sulla capigliatura per contrastare i capelli danneggiati.

I prodotti alla cheratina idrolizzata possono essere utilizzati come trattamento ristrutturante per la ricostruzione della fibra capillare in caso di capelli fini, sfibrati e fragili, e consentono di sigillare le doppie punte, di conferire volume e lucentezza ai capelli danneggiati e di ottenere un efficace effetto anticrespo. Questi prodotti possono essere utilizzati a casa, all’interno della propria routine di cura dei capelli, oppure nei saloni dei parrucchieri.

Trattamenti specifici alla cheratina consentono anche di ottenere un effetto lisciante per i capelli ricci. In questo caso, però, è bene tenere presente che si tratta di un trattamento chimico che modifica la struttura del fusto e che, pur rendendo i capelli lisci e lucenti, potrebbe nel tempo danneggiarli e indebolirli. È opportuno, quindi, informarsi sulla composizione del prodotto utilizzato e verificare che il proprio capello sia adatto al trattamento, che è sconsigliato, per esempio, in caso di capelli fini e di cuoio capelluto sensibile.

Come mantenere e integrare la cheratina per la salute dei capelli

Con l’invecchiamento, la quantità di cheratina prodotta dall’organismo tende gradualmente a ridursi, con un processo del tutto naturale.
L’età, però, non è l’unico fattore che ha un effetto negativo sulla produzione di cheratina e quindi sulla salute di pelle e capelli.
L’inquinamento atmosferico, l’esposizione prolungata al sole e a sostanze chimiche, contenute per esempio in alcuni shampoo o in prodotti per tingere i capelli, possono alterare la struttura cheratinica della fibra capillare.
Anche alcuni trattamenti fisici a cui i capelli vengono sottoposti, per esempio l’utilizzo frequente del phon ad alta temperatura e delle piastre, influiscono sull’integrità della cheratina, così come lo stress, diverse malattie e alcuni farmaci.
Lo stile di vita, poi, ha un ruolo fondamentale nel mantenere la produzione della cheratina a livelli sufficienti per garantire la salute dei capelli: fumo, consumo di alcol, sedentarietà e dieta scorretta sono cattive abitudine da evitare se si vuole mantenere una chioma forte, bella e sana.
In particolare, un’alimentazione equilibrata e una corretta idratazione sono fondamentali per garantire il giusto apporto di tutte le sostanze nutrienti necessarie all’organismo per produrre la cheratina in quantità adeguate.
In situazioni particolari, in cui l’apporto di questi micronutrienti con la dieta è ridotto o il fabbisogno aumenta, può essere utile assumere integratori alimentari equilibrati e appositamente formulati per migliorare la forza e la salute dei capelli.