RIACCENDI LA BELLEZZA
DI PELLE E CAPELLI

Sole, tinte e decolorazioni, l’uso di phon o piastra lisciante a temperature elevate, inquinamento e raggi solari possono incidere su salute e bellezza della chioma. Questi fattori impoveriscono infatti lo strato protettivo di sebo che ricopre i capelli, penetrando nel fusto e danneggiando la cheratina.

I capelli appaiono così rovinati e sfibrati, perdono volume e vitalità e si formano le doppie punte. In commercio esistono molti prodotti, in forma di balsamo, crema oppure spray senza risciacquo, in grado di riparare questi danni, a seconda del tipo di problema.

Anche a casa però è possibile realizzare un trattamento di bellezza e di cura dei capelli, personalizzato per la chioma, utilizzando ingredienti naturali ricchi di sostanze con effetto anticrespo, idratante e rigenerante, come aloe vera, avocado, olio di oliva, di mandorle o d’argan, lievito di birra, miele e tanti altri ancora 

È possibile anche creare maschere con effetto purificante per il cuoio capelluto e riequilibrante per gli eccessi di sebo, nel caso si abbiano i capelli grassi. Ecco alcuni consigli per creare maschere per capelli fa da te, per tutte le esigenze.

Maschera nutriente per i capelli secchi

I capelli secchi appaiono spenti, opachi, privi di morbidezza, caratterizzati dall’antiestetico “effetto paglia”. Sono capelli rovinati per la mancanza di idratazione e sono poveri del sebo naturale, una sostanza in grado di offrire protezione al fusto, garantendo nutrimento, elasticità e lucentezza. Per questo sono indifesi nei confronti degli agenti chimici e del calore, che danneggiano la cheratina. Nei casi in cui la scarsa produzione di sebo da parte delle ghiandole sebacee dipende da ragioni genetiche o per problemi alla tiroide, di solito si ha anche la cute secca.
Ecco come creare una maschera per capelli secchi. 

Maschera con miele e olio di oliva

Sono due ingredienti naturali, facili da trovare in casa, dal potere nutriente, idratante e protettivo. Si prepara mescolando due cucchiai di olio di oliva extravergine a tre cucchiai di miele. L’olio è ricco di vitamine A ed E, oltre che di acido linoleico che nutre e disciplina la fibra capillare, lasciando i capelli morbidi e luminosi. Il miele nutre a fondo e ammorbidisce. La miscela si applica prima del lavaggio, partendo dal cuoio capelluto se i capelli sono secchi anche alla radice fino a tutta la lunghezza della chioma. Se, invece, i capelli sono rovinati per qualche trattamento, alla base possono essere un po’ grassi: la maschera nutriente va quindi stesa soprattutto sul fusto e sulle punte e tenuta mezz’ora.

Maschera con jojoba e olio di argan

È una maschera che assicura nutrimento ai capelli fragili e secchi. Si prepara mescolando due foglie di aloe vera finemente triturare con due cucchiai di olio di jojoba e qualche goccia di olio di argan. Si applica sui capelli bagnati, si friziona, si passa il pettine per distribuire l’impacco, si lascia in posa per un’ora circa. L’olio di jojoba è chimicamente affine al sebo naturale dei capelli, elasticizzante, rinforzante e ricco di vitamina C. Anche l’olio di argan contiene sostanze lipidiche elasticizzanti e nutrienti, mentre l’aloe vera irrobustisce il fusto e regala vitalità ai capelli fragili. 

Le maschere adatte a chi ha i capelli crespi

I capelli possono essere crespi perché molto ricci, oppure perché sfibrati da tinture, decolorazioni e trattamenti aggressivi. In entrambi i casi sono ribelli, opachi e indisciplinati soprattutto quando il clima è umido. In questo caso occorre una maschera nutriente, che svolga un’azione lisciante e anticrespo, che valorizzi il colore naturale regalando brillantezza, definendo i capelli ricci e togliendo opacità ai capelli spenti.

Maschera con olio di mandorle

L’olio di mandorle dolci spremuto a freddo è ricco di acidi grassi insaturi di elevata qualità biologica, che nutrono in profondità i capelli crespi. Inoltre contiene vitamine del gruppo B e vitamina E, che favoriscono la crescita. Per prepararla si scaldano leggermente due cucchiai di olio di mandorle e si applicano sulla lunghezza, anche sul cuoio capelluto se cute e capelli sono molto secchi, tenendo l’impacco per trenta minuti. L’olio di mandorle può anche essere usato come rimedio nutriente senza risciacquo, applicandone qualche goccia sui capelli asciutti e puliti, da metà lunghezza alle punte. I capelli saranno così morbidi e lucenti.

Maschera con avocado e olio di cocco

L’avocado e l’olio di cocco sono ricchi di acidi grassi affini alla struttura dei capelli: applicati sulla chioma, nutrono in profondità il fusto e svolgono un effetto anticrespo. La maschera si prepara con due cucchiai di polpa di avocado maturo, un cucchiaio di olio di cocco e due cucchiai di yogurt al naturale (ricchi di proteine, che irrobustiscono le squame di cheratina) e qualche goccia di olio essenziale di lavanda oppure di limone. Si passa rapidamente al frullatore per ottenere una crema omogenea e si applica sui capelli massaggiando bene.

Le maschere nutrienti per capelli secchi e crespi agiscono meglio se ci si copre la chioma con pellicola trasparente. Quindi si procede allo shampoo delicato e al balsamo specifico sotto la doccia. L’ideale sarebbe seguire il trattamento una volta alla settimana per i capelli secchi e i capelli fini e fragili.

Maschere per capelli grassi

Le persone con capelli grassi soffrono di una eccessiva produzione di sebo da parte delle ghiandole sebacee presenti a livello del cuoio capelluto. I capelli grassi sono pesanti, appaiono untuosi poco dopo il lavaggio, emettono cattivo odore e spesso sono accompagnati da forfora. Le maschere devono avere un effetto purificante, riequilibrante dal sebo, senza sgrassare troppo i capelli. Vanno effettuate una volta alla settimana, seguite da shampoo e balsamo leggero in spray.

Maschera all’aloe vera e succo di limone

L’aloe vera ha proprietà benefiche per i capelli grassi, perché depura, calma le irritazioni, regola in modo naturale la produzione del sebo. Inoltre, ha un effetto lenitivo e antiprurito sulla forfora. Si può preparare una maschera mescolando due cucchiai di gel di aloe vera con il succo di mezzo limone. Si applica soprattutto sulle radici, massaggiando delicatamente il cuoio capelluto. Se la forfora è ostinata, si può aggiungere alla maschera un cucchiaio di argilla verde e uno di olio di oliva.

Maschera alla menta e aceto di mele

In un bicchiere si lascia macerare una manciata di foglie fresche di menta in poca acqua e due cucchiai di aceto di mele. Si applica soprattutto su cute, cuoio capelluto e radici dei capelli. L’aceto è lievemente astringente e regolarizza il sebo in eccesso, la menta contiene oli essenziali con attività disinfettante e deodorante. Questa ricetta molto semplice è adatta anche all’uomo che spesso ha problemi di capelli grassi e forfora. Se i capelli sono grassi alla radice, ma secchi sulle punte, si può applicare su fusto e lunghezze un impacco di semi di lino.

Suggerimenti per capelli fini e fragili

I capelli fragili risentono maggiormente di tinture, permanenti e messa in piega con spazzole troppo rigide. I capelli sono infatti maggiormente soggetti a rottura del fusto e alla comparsa di doppie punte. Ecco qualche suggerimento per creare una maschera che permetta alla chioma di riacquistare forza, vitalità e lucentezza.

Maschera con lievito di birra e miele

Il lievito di birra apporta molti benefici ai capelli sottili, perché è ricco di vitamine del gruppo B con azione rinforzante e di preziosi aminoacidi che formano le molecole di cheratina. Inoltre contiene minerali come ferro, rame e calcio, che nutrono la chioma alla radice. L’impacco si prepara mescolando tre cucchiaini di lievito di birra in polvere con due cucchiai di miele, che ha un effetto nutriente e rigenerante. Si mescola, si applica su tutta la lunghezza per dieci minuti, quindi si effettua uno shampoo delicato.

Maschera con semi di lino e uovo

I semi di lino spremuti a freddo permettono di ottenere un olio ricco di acido oleico e alfa-linoleico, che penetra facilmente nutrendo i capelli in profondità. Inoltre, contiene vitamine preziose, per esempio la vitamina E, che favorisce la crescita. Il tuorlo d’uovo apporta proteine e lipidi che rendono il capello più spesso e resistente. Si mescola energicamente l’olio di semi di lino con un tuorlo e poca acqua tiepida, aggiungendo due o tre gocce di olio essenziale di lavanda oppure di rosa per un buon profumo. Si applica come impacco prima dello shampoo almeno una volta alla settimana, seguito da un balsamo rinforzante.

E per i capelli normali?

Ai capelli normali, ossia né grassi né secchi, vanno comunque riservate attenzioni perché restino il più a lungo possibile sani, morbidi e luminosi. È sufficiente applicare sulla lunghezza un cucchiaio di olio di semi di lino, oppure di jojoba o argan, per regalare lucentezza e proteggere la chioma. Per una coccola speciale, si può applicare una maschera con due cucchiai di lievito di birra e due di olio d’oliva, che nutrono i capelli.